Nobuyoshi Araki*

11.09.2011 in23:10 in Art, Design -->


Share

1940
Nobuyoshi Araki nasce il 25 maggio a Minowa nell’area centrale (Shitamachi) di Tokyo. Il padre artigiano gestisce un negozio di zoccoli tradizionali (geta) insieme alla moglie ed è appassionato di fotografia.

1952
Araki prende in prestito la macchina fotografica del padre (una Baby Pearl 3×4) e scatta le sue prime fotografie durante un viaggio scolastico. Ritrae una compagna di classe di cui era segretamente innamorato e paesaggi nei quali include sempre delle figure.

1959
Si iscrive al Dipartimento di fotografia e stampa della facoltà di ingegneria dell’Università di Chiba.

1963
Ottiene la laurea in fotografia e regia. Presenta come lavoro di diploma un film sulla vita di un gruppo di ragazzini, alla base del lavoro fotografico intitolato Satchin and his Brother Mabo.
Inizia a lavorare come fotografo presso l’agenzia pubblicitaria Dentsu.

1964
Grazie a Satchin vince l’importante premio Taiyo per i giovani fotografi giapponesi.

1965
Tiene la sua prima mostra personale.

1967
Il 18 marzo muore suo padre Chotaro. Incontra Yoko Aoki che lavora come dattilografa presso la Dentsu. L’inizio della loro relazione amorosa vede Yoko diventare un soggetto ricorrente nell’opera di Araki.

1970
Fotocopiando le sue fotografie realizza “in proprio” la sua prima pubblicazione Xerox Photo Album. In occasione della mostra Sur-sentimentalism Manifesto No.2: the Truth About Carmen
Marie espone per la prima volta ingrandimenti di genitali femminili.

1971
Il 7 luglio sposa Yoko. Pubblica Sentimental Journey, resoconto fotografico della loro luna di miele.

1972
Lascia la Dentsu e inizia la carriera di fotografo freelance.

1973
Scatta le prime fotografie di fiori nel tempio di Jokanji, luogo di sepoltura delle prostitute di Tokyo durante il periodo Edo.

1974
Insieme a Masahisa Fukase, Eiko Hosoe, Daido Moriyama, Shomei Tomatsu, e Noriaki Yokosuka fonda la Photo Workshop School che sarà attiva fino al 1976. L’11 luglio muore sua madre Kin. Araki fotografa la sua salma.

1976
Incontra Akira Suei, editore di numerose riviste erotiche. Lavoreranno a stretto contatto negli anni successivi documentando la vita notturna di Tokyo e le abitudini sessuali dei giapponesi.

1979
Realizza una prima serie di fotografie dedicate alla pratica del bondage per la rivista “SM Sniper”.

1981
Realizza il suo primo film intitolato Pseudodiary of a High School Girl.

1986
Realizza il suo primo Arakinema, un diaporama delle sue immagini con due proiettori accompagnato da musica. Questo modo di presentare il suo lavoro diventerà parte integrante della sua produzione artistica.

1988
La gatta Chiro entra nella vita di Araki e Yoko. Come successe per Yoko, Chiro diventa uno dei soggetti preferiti di Araki.

1989
Nel mese di agosto Yoko viene ospedalizzata a causa di un tumore.

1990
Yoko muore il 27 gennaio.

1991
Presenta la serie Winter Journey che documenta l’ultimo anno di vita di Yoko e completa il racconto della loro vita comune iniziato con Sentimental Journey. Pubblica le due serie congiunte in Sentimental Journey / Winter Journey.

1992
La sua prima mostra personale in Europa (Akt-Tokyo 1971-1991) si apre al Forum Stadtpark di Graz per poi essere presentata in altre dieci città tra cui Zurigo.

1994
Pubblica Tokyo Love, frutto della collaborazione con Nan Goldin.

1997
Realizza la copertina dell’album Telegram di Björk.

1999
Sentimental Journey, Sentimental Life, la sua prima mostra personale presso un’istituzione pubblica giapponese, viene presentata al Museum of Contemporary Art di Tokyo.

2002
Inizia il progetto Japanese Faces che si propone di raccogliere quanti più ritratti possibile di abitanti di tutte le zone del Giappone.

2001
Incontra Kaori, giovane ballerina, che diviene la sua musa.

2004
Travis Klose realizza Arakimentari, un documentario che presenta l’opera di Araki in relazione alla cultura giapponese con commenti di Björk,Takeshi Kitano e Daido Moriyama.

2005
L’importante retrospettiva itinerante Nobuyoshi Araki: Self, Life, Death viene inaugurata alla Barbican Art Gallery di Londra.

2008
In autunno Araki scopre di avere un tumore e subisce un intervento.

2010
Araki documenta la malattia e la scomparsa della gatta Chiro avvenuta il 2 marzo.